Il ritorno. | Lenostreradici | PensieroLiberale | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

  Lenostreradici [ "Non possiamo lasciare che la paura e l'incertezza sottomettano la curiosità e il desiderio ". ]
         

L’autorevolezza di chi non brandisce autorità!






"Non vogliate negar l'esperienza,
di retro al sol, del mondo sanza gente.
Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza".











"Migliaia, milioni di individui lavorano,
producono e risparmiano nonostante
tutto quello che noi possiamo inventare
per molestarli, incepparli, scoraggiarli.
È la vocazione naturale che li spinge;
non soltanto la sete di guadagno.
Il gusto, l’orgoglio di vedere
la propria azienda prosperare,
acquistare credito, ispirare fiducia
a clientele sempre più vaste,
ampliare gli impianti,
costituiscono una molla di  progresso
altrettanto potente che il guadagno.
Se così non fosse,
non si spiegherebbe come ci siano imprenditori
che nella propria azienda prodigano tutte le loro energie ed investono tutti i loro capitali
per ritirare spesso utili di gran lunga più modesti
di quelli che potrebbero sicuramente e comodamente
ottenere con altri impieghi".

(L.Einaudi).





Le Frasi che fanno sobbalzare.



Il ricordo della felicità non è più felicità, il ricordo del dolore è ancora dolore. (G.Byron).


"Non è la libertà che manca. Mancano gli uomini liberi". (L.Longanesi).


"Perchè il male trionfi è sufficiente che gli uomini di buona volontà non facciano nulla".
(Edmund Burke).


"Il capitalismo è un'ineguale distribuzione della ricchezza.
Il comunismo un'eguale distribuzione della povertà".
(Anonimo).


"Dicono che ci siano due posti dove il comunismo funziona: in cielo, dove non ne hanno bisogno, e all'inferno, dove ce l'hanno gia'".
(R.Reagan).


"Possono, perchè credono di potere".
(Virgilio, Eneide).


"Per liberale non intendo una persona che simpatizzi per un qualche partito politico, ma semplicemente un uomo che dà importanza alla libertà individuale ed è consapevole dei pericoli inerenti a tutte le forme di potere e di autorità". (K.Popper).


"La libertà di pensiero è più forte della tracotanza del potere”.
 (Giordano Bruno).



"Il nemico più scaltro
non è colui
che ti porta via tutto,
ma colui che
lentamente ti abitua
a non avere più nulla".
(La leggenda
di Beowulf". Film.).


 

La democrazia è due lupi e un agnello che votano su cosa mangiare a pranzo.
La libertà è un agnello bene armato che contesta il voto. (B.Franklin).






Attenzione.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. questo blog è un sito no-profit. non vi è alcuna intenzione di infrangere copyrights esistenti; se il titolare di testi o immagini da me pubblicate desiderasse la rimozione del materiale di sua proprietà, basta contattarmi.





















24 gennaio 2018

Il ritorno.


Dopo più di cinque anni,eccomi di nuovo a pubblicare sul mio blog.

Vi faccio notare che questo mio piccolo spazio personale ha mutato nome e non si chiama più “PensieroLiberale”,bensì “Lenostreradici”.
Ho deciso di cambiare per due motivi.
Innanzitutto perché cinque anni e mezzo,considerata la velocità della vita moderna,sono un’eternità e dunque sono consapevole che mi confronterò con una realtà profondamente diversa dalla precedente.
E secondariamente perché penso che l’attacco delle classi dominanti alla libertà di noi comuni cittadini,sia arrivato ad un livello di intensità mai raggiunto prima e dunque anche io,nel mio piccolo,voglio dare il mio contributo in quest'opera di sensibilizzazione al problema.
Credo infatti che al giorno d’oggi non sia minacciata soltanto la nostra libertà ed in particolare quella libertà economica che tanto mi era stata a cuore in passato,bensì qualcosa di più grande,di più profondo.
Questo cupo establishment a mio avviso infatti sembra puntare addirittura ad azzerare anche il nostro passato,il nostro patrimonio comune e con essi la nostra essenza stessa allo scopo di plasmare in un immediato futuro un uomo nuovo,un uomo che sia meno impegnativo e meno costoso economicamente,socialmente e politicamente,di quello attuale.
Il sogno dell’oligarchia egemone sembra essere una pianificazione scientifica di uomo senza tempo,ma anche senza valori,senza punti di riferimento,senza tutele,senza sogni,senza bisogni,senza legami,senza diritti e soprattutto senza spiritualità.
Un essere privo di emozioni che si limiti a nascere,a crescere,a produrre ricchezza per pochi e a basso costo ed a riprodursi,per poi morire e venire rimpiazzato dai nuovi elementi,uguali ai precedenti.
Il mondo del futuro,nei sogni delle oligarchie al potere,dovrà assomigliare sempre di più  ad un'inumana catena di montaggio.
Un meccanismo perfetto ed economico,nel quale i singoli individui avranno un valore addirittura inferiore a quello di un banale pezzo di ricambio di un insignificante macchinario industriale.

Francesco.




permalink | inviato da Lenostreradici il 24/1/2018 alle 19:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


sfoglia     settembre       
 







Blog letto 832729 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom